Categorie
blog

TheVoice #1 Le 11 frasi storiche di Bruno Pizzul (a cura di Ricky Buscaglia)

Ho perso il conto di quanti imitatori abbia Bruno Pizzul. Noti, meno noti, insospettabili. È termometro dell’affetto diffuso che si nutre verso la Voce – V maiuscola doverosa – con la quale più di una generazione è cresciuta. Con il pudore del microfono spento, a Premium Sport, ad esempio, non c’è domenica che trascorra senza interpretare una sua citazione. Qui sotto c’è la nostra Top11, una selezione di undici frasi storiche. Alcune famose, altre meno. Non vuole essere una classifica, sono solo quelle che irrompono nella mente con più frequenza. Con una eccezione: non compare nulla della tragica notte dell’Heysel, perché quella sera Pizzul realizzò un capolavoro giornalistico di freddezza ed equilibrio tale da non poter essere ridotto a un’affermazione sola. È il nostro modo di volergli bene e ringraziarlo per ciò che è.

“Partiti! Anzi no, tutto da rifare!”

(il solito incipit rovinato da un errato tocco del pallone)

 “Vialli, finta, tiro! Fuori! Tutto molto bello”

(Italia-Austria, Mondiali Italia 1990. Ma l’espressione “tutto molto bello” compare almeno una volta a partita, assieme a “grappolo di uomini”, “sventola da fuori” e altre perle…)

 “Civoli, salutami Minotti… Civoli, salutami il capitano del Par… Telespettatori buonasera!”

(tradito da un microfono aperto, che doveva rimanere chiuso)

 “Parte Donadoni… AHIIIIII!”

(Italia-Argentina, Mondiali Italia 1990, errore dal dischetto di Donadoni)

 “Va Serena a tirare dal dischetto… (vuoto pneumatico). L’Argentina è finalista della Coppa del Mondo. Sono immagini che non avremmo mai voluto commentare”.

(Italia-Argentina, Mondiali Italia 1990, sbaglia anche Serena: siamo a casa)

 “Sono più vispi, sono più pronti, più motivati, moralmente più a posto i giocatori della Nigeria. Finiamo in un clima sconfortante… Ancora una iniziativaaaa, attenzioneeee, la palla per Roberto Baggio e GOOOOOLLLL DI ROBERTO BAGGIOOOOO!”

(88esimo di Nigeria-Italia 1-2, Mondiali Usa 1994. Roberto Baggio ci tira giù dall’aereo)

 “Dino… Roberto… Di nuovo Dino”

(tutte le volte in cui Dino e Roberto Baggio giocavano insieme in Nazionale)

 “Allora Zambrotta… Montella…ooooh così va bene, Paolo, mettila giù”

(appassionato commento tecnico a uno stop di Maldini)

 “Lancio profondo, stavolta è buona! Vai Delvecchio! Vai Delvecchio! Vai Delvecchio! Tiro… eeeeehh miraaaacolo di Van Der Saaaaaar”

(L’ultima emozione di Olanda-Italia, semifinale Europeo 2000, prima del rigore a cucchiaio più famoso del calcio italiano)

 “Totti. Eeeeee segna anche Totti, ha rischiato il (si ferma in tempo)… l’impossibile! Ha beffato Van Der Sar con un tiretto: Panenka aveva fatto lo stesso nella finale europea tra…”

(Olanda-Italia, il rigore a cucchiaio di Totti)

“Campioni del Mondo! Campioni del Mondo! Campioni del Mondo! Campioni del Mondo!” (quella che non è mai riuscito a pronunciare…. A tal proposito disse: “Non l’ho mai sentita come una cosa che mi mancasse. Mi è dispiaciuto che non l’abbia vinto a Italia ’90 perché lo avrebbe meritato, quello sì, ma le altre volte non lo avrebbe neanche meritato, quindi…”

P.S.: Lo so, con quest’ultima frase tratta da un’intervista siamo a 11, ma se non facciamo un’eccezione per la Voce, per chi dovremmo?

The following two tabs change content below.
Ricky Buscaglia

Ricky Buscaglia

Giornalista sportivo. Telecronista di Premium Sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *