Categorie
blog

i Mondiali di Gino #25

La Francia sogna e il Brasile trema. Potrebbe essere questa la sintesi dei quarti di finale mondiali che si disputano domani. I francesi a nostro modo di vedere non dovrebbero essere troppo entusiasti per il fatto di avere come avversario la Germania, ma si caricano per gli 8 gol segnati in due partite nel girone e il 2-0 nei tempi regolamentari alla Nigeria. Per giustificare gli slanci di ottimismo si buttano sui risultati dei precedenti Mondiali: ai quarti di finale  di solito la Francia vince. Ma c’è subito chi getta acqua sul fuoco: calma, gente, con la Germania abbiamo già beccato due volte in semifinale. La Germania era parsa bellissima all’inizio: se non altro ordinata, continua ed efficace. Ma con le africane non ha proprio incantato: 2-2 per il rotto della cuffia con il Ghana, 2-1 dopo i supplementari con l’Algeria. La Francia piace di più ma non ha un vero condottiero. I tedeschi, se si svegliano insieme Oezil e Thomas Mueller, ne hanno due temibili. Un pronostico? Boh! E il Brasile? Forse era meglio per i padroni di casa incontrare prima la Colombia e poi l’Uruguay. Va bene soffrire contro i tradizionali rivali dotati di pedigree indiscutibile, ma i colombiani chi sono? D’accordo che hanno diversi giocatori maturati all’estero e il ventitreenne James Rodriguez capocannoniere, ma perdere con gli ultimi arrivati ( o i penultimi, c’è anche Costa Rica) sarebbe davvero una disgrazia epocale. Non per niente hanno fatto intervenire una psicologa.

The following two tabs change content below.

Gino Franchetti

Ultimi post di Gino Franchetti (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.