Categorie
blog

Le Top Ten di Enzo D’Orsi/SVIZZERA

Pur non essendo nel gotha del calcio internazionale, anche la Svizzera ha il suo buon patrimonio di talenti, alcuni dei quali sottovalutati. Basti pensare a Stephane Chapuisat, che è stato dei grandi protagonisti dell’unico successo del Borussia Dortmund in Champions league. 

A mio parere, è lui il miglior calciatore della confederazione, almeno dal 1960 in poi. Chapuisat davanti ad un cannoniere di indiscutibile valore come Alexander Frei e ad un attaccante fantasioso come Claudio Sulser.

In classifica, figurano molti centrocampisti, tra i quali spiccano gli emigranti italiani Ponte, Sforza e Barberis.

Ecco la graduatoria:

1. S. Chapuisat

2. A. Frei

3. Sulser

4. Sforza

5. Turkylmaz

6. Odermatt

7. Ponte

8. Allemann

9. Kuhn

10. Barberis

Esclusi eccellenti: Sutter H. Hermann Kunzli

The following two tabs change content below.
Enzo D'Orsi

Enzo D'Orsi

classe 1953, ha seguito la Juventus per 21 stagioni per il Corriere dello Sport. Dal 1979 al 2000. Quattro Mondiali e cinque Europei da inviato. Più di 250 partite di coppe europee. Migliaia tra tutti i campionati. Ha lavorato anche a Paese Sera e Leggo, oltre ad una parentesi al settimanale Rigore. Simpatizza per il Manchester United dai tempi di Bobby Charlton, il suo primo idolo. Adora il calcio inglese, l'Umbria e Parigi. Sposato. Tre figli. Quattro nipoti. Si considera fortunatissimo: fin da bambino, voleva fare soltanto il giornalista.

Una risposta su “Le Top Ten di Enzo D’Orsi/SVIZZERA”

Non sono d’accordo su Chapuisat. Un buon giocatore, ma non può essere il migliore degli svizzeri. Avrei messo al primo posto Frei o magari Sulser, che ho visto giocare nel Grashoppers, una punta fantasiosa, che fece bene anche nelle coppe, che allora vedevo su Capodistria e sulla tv svizzera in lingua italiana.

Rispondi a Giancarlo Maggioni Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *