Categorie
blog

Le Top Ten di Enzo D’Orsi/GERMANIA

Dopo l’Olanda, è il turno della Germania, la massima potenza europea con i suo quattro titoli mondiali e tre europei. Nell’albo d’oro della coppa dei Campioni, invece, i tedeschi sono a quota sette (Bayern 5, Amburgo e Borussia Dortmund una ciascuno), contro le sei dell’Olanda (Ajax 4, Feyenoord e Psv Eindhoven una ciascuno), ma soprattutto contro le diciotto della Spagna, le tredici dell’Inghilterra e le dodici dell’Italia. Sono i misteri del football.

Nella top ten, riservata ai calciatori dal 1960 in poi, ce n’uno tuttora in attività. E’ una delle poche icone planetarie – come Messi, Iniesta e C. Ronaldo – per le quali vale l’eccezione alla regola. Si tratta di Neuer, universalmente considerato il portiere che ha rinnovato il ruolo, oltre ad aver vinto tutto, compreso il titolo mondiale nel 2014.

GERMANIA

  1. Beckenbauer
  2. K. H. Rummenigge
  3. G. Muller
  4. Matthaus
  5. Neuer
  6. Overath
  7. Seeler
  8. Voeller
  9. Klose
  10. Lahm

Esclusi eccellenti: Netzer Schuster Bonhof

The following two tabs change content below.
Enzo D'Orsi

Enzo D'Orsi

classe 1953, ha seguito la Juventus per 21 stagioni per il Corriere dello Sport. Dal 1979 al 2000. Quattro Mondiali e cinque Europei da inviato. Più di 250 partite di coppe europee. Migliaia tra tutti i campionati. Ha lavorato anche a Paese Sera e Leggo, oltre ad una parentesi al settimanale Rigore. Simpatizza per il Manchester United dai tempi di Bobby Charlton, il suo primo idolo. Adora il calcio inglese, l'Umbria e Parigi. Sposato. Tre figli. Quattro nipoti. Si considera fortunatissimo: fin da bambino, voleva fare soltanto il giornalista.

2 risposte su “Le Top Ten di Enzo D’Orsi/GERMANIA”

Mi dispiace, ma non sono d’accordo sull’esclusione di Netzer e anche di Breitner. Sono scelte difficili, ma questi due campioni non possono mancare.

Rispondi a Tiziano P. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *