GIUSEPPE GIANNINI EX N° 10 DELLA ROMA TRA GLI ANNI 80 e 90 DOMANI 20 AGOSTO 2014 COMPIE 50 ANNI
(Foto Bartoletti)

11 curiosità su 11 partite di “Addio al calcio”

Mané Garrincha
(Brasile-Selezione di stranieri, 19 dicembre 1973, Maracana di Rio de Janeiro)
Pelé realizza quello che considera uno dei suoi più bei gol in carriera
Gaetano Scirea, Claudio Gentile, Marco Tardelli e Franco Causio 
(Nazionale mondiale del 1982-Resto del Mondo, 1 novembre 1988, Stadio Comunale di Torino)
In questo “Addio al calcio” condiviso l’Italia schiera come portiere Giovanni Galli. Zoff invece sta seduto in panchina come allenatore, in sostituzione dell’assente Bearzot
Giancarlo Antognoni
(Italia 82-Campioni Stranieri, 25 aprile 1989, Stadio Comunale di Firenze)
La squadra della Nazionale italiana non gioca in maglia azzurra, ma viola come quella della Fiorentina
Bruno Conti
(Roma Campione d’Italia ’83-Selezione di sudamericani, 23 maggio 1991, Stadio Olimpico di Roma)
Il giornalista Michele Plastino durante il viaggio in bus verso lo Stadio scova Sebino Nela che seduto sull’ultimo sedile fuma una sigaretta
Antonio Cabrini
(Italia-Word Star, 28 maggio 1991, Stadio Zini di Cremona)
Trasmessa su Italia 1, ad affiancare in telecronaca Massimo Marianella c’è l’ex compagno di squadra Roberto Bettega
Stefano Tacconi
(Juventus 83/86-All Stars,  24 ottobre 1995, Stadio Curi di Perugia)
Riccardo Scirea, figlio di Gaetano, scende in campo con la numero sei bianconera
Franco Baresi
(Milan-All Stars,  28 ottobre 1997, Stadio Meazza di Milano)
Durante la cerimonia post partita il tifoso rossonero Marco Pantani regala una sua bici al capitano del Milan
Giuseppe Giannini
(Roma Amarcord-Nazionale 90, 17 maggio 2000, Stadio Olimpico di Roma)
I tifosi della Roma rovinano la festa (invasione del campo, zolle del terreno strappate, porte distrutte) per contestare la presidenza Sensi. Il principe finisce in lacrime per il dispiacere
Diego Armando Maradona
(Argentina-Resto del mondo, 10 novembre 2001, La Bombonera di Buenos Aires)
Nel commosso discorso finale, a braccia conserte quasi ad abbracciarsi, Diego dice la famosa frase “La pelota no se mancha”
Ciro Ferrara
(Napoli –Juventus, 9 giugno 2005, Stadio San Paolo di Napoli)
Gigi D’Alessio canta in onore di Ciro nel giorno del ritorno a Napoli di Maradona dopo 14 anni
Demetrio Albertini
(Milan-Barcellona, 15 marzo 2006, Stadio Meazza di Milano)
Il 2-0 è di Marco Van Basten, splendido gol in tuffo di testa, su cross dalla sinistra di Chicco Evani
The following two tabs change content below.
Alberto Facchinetti

Alberto Facchinetti

Nato in provincia di Venezia nel 1982. Laureato presso l’Università di Padova con una tesi sul giornalismo sportivo, ha esordito nel 2011 con “Doriani d’Argentina” (ristampato nel 2013 in una versione ampliata e aggiornata). Nel 2012 è uscito “La Battaglia di Santiago”. Con Edizioni inContropiede ha pubblicato nel 2014 “Il romanzo di Julio Libonatti” e nel 2015 “Ho scoperto Del Piero – La storia di Vittorio Scantamburlo”. www.albertofacchinetti.it